L’accoglienza ai migranti for dummies

Pubblicato: giugno 18, 2015 in attualità

Hanno voglia lassù ai piani alti di parlare di scenari geopolitici e politiche internazionali, quaggiù tra noi comuni mortali ci sono ancora quelli che ‘I 35 euro dateli agli Italiani poveri’ e ‘Aiutiamoli a casa loro’. Dunque ho pensato che sia utile per qualcuno un post sui migranti con parole semplici e esempi concreti.

migranti-372x221
1) I 35 euro che l’Italia spende per accogliere i migranti non vanno agli africani ma alle ITALIANISSIME strutture che si offrono di ospitarli. In queste strutture ci lavorano casteddai, nugoresi, tattaresi, sardi, italiani tutti. Può essere anche tuo cugino che ha il bnb sotto casa : arriva un migrante, lui gli da un letto, cibo, assistenza varia, ecco 35 euro.
2) i suddetti 35 euro non sono tolti dalla sanità, dalle scuole, da casa tua ma arrivano dall’Unione Europea, per l’esattezza dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione creato dal gennaio 2014 proprio per affrontare i flussi migratori dai paesi extraeuropei. Pretendere questi soldi, destinati ad accogliere i migranti, sarebbe come chiedere che i fondi per aiutare tuo cugino agricoltore venissero sottratti a quelli che servono per restaurare il Colosseo o mantenere gli ospedali. Problemi diversi, soldi diversi, persone diverse.
3) la maggior parte dei migranti arrivano qui spendendo migliaia di euro non per rubare il lavoro a tuo cugino disoccupato ma per cercare protezione in fuga da uno stato dove ci sono guerre civili e povertà. In Eritrea per esempio c’è al potere un governo sanguinario, il servizio militare obbligatorio, si vive al di sotto della soglia di povertà e nel terrore di violenze e carcere. Tu, dalla comodità della tua poltrona perennemente connessa su facebook, ci vorresti restare in un posto così? Io no.
4) Non sono troppi e non siamo impreparati: in Sardegna abbiamo 1,6 milioni di abitanti, i migranti che stiamo ospitando in attesa che arrivino loro i documenti per muoversi sono poco più di un migliaio: Ogni 1600 sardi c’è un migrante: sono troppi?
5) Tuo cugino povero e disoccupato invidia l’assistenza che danno ai migranti? Per lui ci sono Caritas, assistenza sanitaria gratuita, alloggi comunali o posti letto gratis, politiche di sostegno, contributi per avvio attività o corsi professionali, progetti di assistenza al lavoro e alla formazione, assegni di disoccupazione. Diglielo, magari gli interessa.

PS: tutte queste informazioni si trovano sui siti web di: Ministero dell’Interno, Prefettura di Cagliari, Comune di Cagliari e altre fonti attendibili.  Non le ho lette qua e là e soprattutto non me le ha raccontate mio cugino.

Annunci
commenti
  1. arrevexio ha detto:

    Vorrei solo fare una piccola aggiunta. Spesso e volentieri le strutture che accolgono i migranti e ricevono questi contributi truffano la Comunità Europea e lo Stato.La stampa nazionale sta facendo emergere tantissimi casi di corruzione in centri di accoglienza gestiti dalla mafia o da simil mafie individuando proprio nel fenomeno dell’immigrazione (così come dello smaltimento dei rifiuti) aree fertili per il proliferare di attività criminali. Ergo, dare dei delinquenti gratis a questi poveretti che partono nudi come mamma li ha fatti, ignorando che spesso chi delinque e lucra alle spalle di queste persone sono bianchissimi e italianissimi LADRI, è semplicemente da ignoranti in malafede. E se dipendesse da me l’ignoranza dovrebbe essere punita per legge.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...